Disain


Vai ai contenuti

Menu principale:


luce diretta e indiretta

____________________________________________________________________________

Illuminazione diretta, indiretta, semi-indiretta o diffusa.


Nell’illuminazione diretta, il fascio luminoso è diretto sull’oggetto o la superficie da illuminare. Spesso generata tramite proiettori o paralumi orientati verso l'oggetto o la superficie da illuminare.

Nell’illuminazione indiretta, invece, la sorgente luminosa è invisibile, nascosta da un elemento appositamente posto davanti alla fonte luminosa permettendole comunque di diffondersi nell'ambiente per riflessione.

L'illuminazione semi-indiretta è in pratica un’estensione dell’illuminazione indiretta che permette alla luce di distribuirsi maggiormente tramite vie d’uscita più estese.

Nell’illuminazione diffusa, la luce filtra attraverso un materiale spesso opalino (vetro smerigliato, riflettore o diffusore) che permette la diffusione diretta dei raggi luminosi emessi dalla sorgente luminosa.

Un progetto ben studiato per un ambiente ampio, ad esempio un soggiorno, dovrebbe utilizzare un mix di queste diverse soluzioni.
Potrebbe avere un’illuminazione generale (semi-indiretta o diffusa), delle sorgenti luminose localizzate (indirette o semi-indirette) e da alcuni punti luce decorativi (diretti).

Buona parte dei corpi illuminanti che utilizziamo negli ambienti interni svolge compiti non strettamente funzionali, partecipando spesso a costruire, con finiture, arredi e colori, la nostra personale scenografia domestica, destinata a valorizzare alcuni elementi o angoli particolari.

Questa tipologia di luce, che potremmo definire di arredamento, è spesso di tipo indiretto e arriva ad illuminare oggetti o pareti solo dopo la riflessione su un'altra superficie che, a seconda del suo colore e della sua grana, la modula e la ridefinisce.
In tal modo evitiamo qualsiasi rischio di abbagliamento, creando un'atmosfera generale, calda ed accogliente.

Quindi, spesso l'illuminazione indiretta è utilizzata per valorizzare alcuni punti di interesse integrandosi con quella principale, che ha il compito di rendere fruibile e percepibile lo spazio nella sua interezza.

La potenza va adattata all'ambiente specifico: la riflessione su una parete scura necessità di molta luce, mentre per una parete chiara servirà un'intensità decisamente minore.

__________________________


"Less is more."


Ludwig Mies Van der Rohe



Disain | oggetti | contatti | Mappa del sito

cerca

Torna ai contenuti | Torna al menu